Religione, il vano rifugio!

Il tema è sicuramente molto delicato perchè può toccare la fede più profonda di una persona, ne sono cosciente, mi scuso se qualcuno si sentirà offeso, ma la religione è arrivata ormai ad essere motivo di guerra e sangue, e rappresenta per me un’importantissima Macrorealtà.
Io non so chi è Dio, so però chi non è Dio! Non so se Gesù sia esistito, ma sono vissuti una dozzina di messia prima di lui con la sua stessa vita e storia.

Fin dai tempi antichi, l’unico vero dio che l’uomo ha sempre avuto è il Sole, la stella in grado di creare vita e quella intorno a cui gira la terra.

Il Dio Horus per gli antichi egizi era rappresentato da una chiara impersonificazione del sole, la più importante divinità antropomorfa del sole

image
Le stelle erano altrettanto studiate e venerate.
Lo Zodiaco, con i suoi segni, rappresenta le 12 costellazioni che la terra incontra nel suo giro annuale intorno al sole.
12 mesi, 12 segni, 2 solstizi e 2 equinozi, 4 stagioni

image
Ogni costellazione ha un proprio segno, un simbolo, in alcuni casi un’impersonificazione, come nel caso dell’acquario rappresentato da un ragazzo che sparge acqua. Il segno dell’acquario va da fine Gennaio a fine Febbraio, prima dell’arrivo della primavera e delle piogge, l’acqua è segno di abbondanza.

image
Ritornando ad Horus è incredibile come la sua vita così come narrata risulti estremamente familiare….

image
Horus non è certo l’unico a condividere questo percorso di vita con Gesù, ci sono anche:
Giuseppe – Egitto
Attis – Frigia
Krishna – India
Dioniso – Grecia
Mithra – India – Grecia/Impero romano

Tutti con le stesse caratteristiche, qualcuna più qualcuna meno.

In alcuni casi, come per Giuseppe, 12 erano i fratelli non gli apostoli, 12 erano le figure che lo accompagnavano, così come 12 sono le costellazione intorno al sole.

ma da dove derivano queste caratteristiche ricorrenti?

sono fatti puramente astrologici/astronomici:

Il numero e significato dei 12 apostoli, come già accennato, è da ritrovare nello zodiaco, nelle 12 costellazioni che si trovano intorno al sole, nella sua galassia

Esattamente il 25 dicembre di ogni anno Sirio, la stella più luminosa dalla terra chiamata anche “la stella dell’est”, e le 3 stelle della cintura di Orione sono esattamente allineate con il sole quando questo sorge sulla terra.
Le tre stelle di Orione sono comunemente chiamate “the 3 kings”, i tre re…Magi!
image

Infatti, si dice che i tre re e la stella “seguivano” la nascita della divinità.

C’è un altro fenomeno molto interessante che si verifica nei giorni tra il solstizio d’inverno e il 25 dicembre: dal solstizio d’estate (Giugno) al solstizio d’inverno (21 dicembre) i giorni diventano sempre più corti e freddi e, dalla prospettiva del nostro emisfero, ovvero quello nord, il Sole appare muoversi verso sud e diventare più piccolo e debole, e quindi il Sole sembra quasi “morire”.
Il 22 dicembre la “morte” del Sole si compie definitivamente quando cioè raggiunge il punto più basso nel cielo. La cosa particolare è che dal punto di vista visivo, il Sole smette di muoversi verso sud per 3 giorni.
Durante questo periodo, il Sole rimane in prossimità della Croce del Sud (la costellazione di Crux), e dopo questo periodo di tre giorni, il Sole ricomincia a muoversi questa volta verso nord facendo presagire giorni più lunghi, più calore e primavera
Questi i gradi del punto di Azimut del sole per quei giorni:
22 December – 117° 37.524′
23 December – 117° 37.695′
24 December – 117° 37.337′
25 December – 117° 36.381′

Il 25 dicembre rappresenta astronomicamente la nascita del sole, il 22 dicembre il sole muore per tre giorni “sulla croce”ed il 25 dicembre risorge, il riferimento si trasferisce ovviamente anche alla Pasqua con la morte e la resurrezione dopo 3 giorni.

Maria è la costellazione della Vergine che è rappresentata da una M, iniziale di diverse madri vergini, ed in particolare è rappresentata dalla Vergine del grano. Il mese della Vergine è Settembre, tempo di mietitura. La traduzione letterale di Betlemme è “casa del pane”.

image

Anche qui i riferimenti astrologici sono evidenti, e la stessa Bibbia è un incredibile trattato astrologico antico.

Fra le metafore astrologiche ed astronomiche della Bibbia, una delle più importanti ha a che fare con le Ere, su cui ci sono numerosi riferimenti.

Le culture antiche conoscevano bene la processione degli equinozi e cioè sapevano che ogni 25.800 anni si svolge il periodo noto anche con il nome di “anno platonico’, durante il quale, a causa dello spostamento dell’asse terrestre, la posizione delle stelle sulla sfera celeste cambia lentamente. Di conseguenza, anche la posizione dei poli celesti cambia: infatti, tra circa 13.000 anni sarà Vega e non l’attuale Polaris, nota comunemente col nome di Stella Polare, a indicare il polo nord sulla sfera celeste.

Il giro completo dura 25.800 anni quindi, diviso per le 12 costellazioni che incontra, arriviamo a periodi di 2.150 anni circa l’uno a cui le culture antiche si riferivano come ad “Ere”.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Precessione_degli_equinozi

Dall’anno 4300 a.c. all’anno 2150 a.c. era l’Era del Toro, dal 2150 a.c. all’1 d.c. era l’Era dell’Ariete, e dall’1 d.c. al 2150 abbiamo l’Era dei Pesci, cioè quella attuale, mentre nell’anno 2150 circa entreremo nell’Era dell’Acquario.

In verità, secondo i calcoli e le previsioni degli antichi Maya, l’Era dei Pesci si è chiusa il 21 Dicembre 2012 e siamo già nell’Era dell’Acquario. I Maya non avevano predetto la fine del mondo, ma la fine di un Era, l’era dei Pesci!
Nel Vecchio Testamento quando Mosè scende dal Monte Sinai con i 10 comandamenti, si infuria vedendo il suo popolo che venera un Toro d’oro. Il Toro rappresenta l’Era del Toro, mentre Mosè rappresenta la nuova Era dell’Ariete, e con l’arrivo della nuova Era tutti devono abbandonare quella vecchia.
Anche altre divinità dell’epoca mettono in evidenza la transizione tra queste Ere, come Mitra, una divinità pre-cristiana che uccide un toro con la stessa simbologia. Gesù è invece la figura che introduce l’Era che segue quella di Ariete, cioè l’Era dei Pesci.
Il pesce è un simbolismo molto comune nel Nuovo Testamento, essendo Gesù riconosciuto come il Grande Pescatore, ha sfamato 5000 persone con un pane e due pesci, quando ha iniziato il suo ministero si è fatto seguire da due pescatori.
I simboli cristiani che fanno riferimento all’Era dei pesci sono molti ed importanti, il cappello del Papa è una testa di pesce che rappresenta l’Era dei Pesci:

image

image
Nel Vangelo di Luca si legge che quando i discepoli chiedono a Gesù dove si preparerà la Pasqua dopo la sua morte, Gesù replicò: “Appena entrati in città, vi verrà incontro un uomo che porta una brocca d’acqua. Seguitelo nella casa dove entrerà”. L’uomo con la brocca d’acqua è la rappresentazione dell’Era dell’Acquario, che viene dopo l’Era dei pesci, e quando il Dio Sole lascerà l’Era dei pesci (Gesù) entrerà nella casa, nell’Era dell’Acquario.

Ricordiamoci sempre che l’universo, lo spazio, le galassie esistevano molto prima della nascita delle nostre religioni. Le nostre religioni hanno qualche migliaia di anni, il cosmo miliardi di anni!

L’universo ha origine dalla “natura”, la religione nasce dall’uomo!

Esistono migliaia di religioni, le grandi religioni si possono contare in circa 18, senza considerare scismi e sette varie. Solo di sette cristiane nel mondo ve ne sono 2.500.

Ogni religione ha le sue peculiarità, le sue caratteristiche, alcune hanno radici vicine e punti di contatto, ma ognuna è fondamentalmente diversa dall’altra, basti pensare alla differenza sostanziale tra religioni monoteiste e politeiste, tra monogame e poligame.

quale sarà quindi la religione “giusta”?…..ci può essere una religione giusta?

L’unica cosa che accumuna tutti principi base delle religioni del mondo sono i concetti espressi nei 10 comandamenti. Questi però non rappresentano nient’altro che delle pure e semplici leggi della natura, non uccido non perchè me lo dice chissà quale dio, non uccido perchè è contro natura!

Difficile contestare poi il fatto che le religioni nei secoli, attraverso le loro istituzioni, si siano macchiate di crimini di tutti i tipi, dall’inquisizione alle crociate, dalle guerre in medioriente agli scandali finanziari e di pedofilia.

Sapete perchè Sciiti e Sunniti, pur essendo entrambi di religione islamica, si odiano al punto da farsi la guerra? Perché gli Sciiti credono che l’erede di Maometto sia suo genero, mentre i Sunniti credono sia l’uomo eletto dai compagni di Maometto post-mortem.

La religione è un creazione puramente umana, che, attraverso una impersonificazione biblica di eventi astrologici, ha creato un costrutto di potere, di indottrinamento e di credenze che limita la libertà umana, in alcuni casi la controlla proprio. Spesso esiste un paradiso dopo la morte motivo per cui sacrificare la propria vita.

Tale limitazione nel mondo cristiano non è di tipo prettamente coercitivo, ma ben di più di tipo psicologico. La castità pre-matrimoniale per esempio non ha nessuna pena giuridica per non essere rispettata, ma è un dovere divino per certi credenti rispettarla così come confessare tutti i propri peccati prima della comunione. Attraverso la confessione la Chiesa ha sempre saputo tutto di tutti, conosce i segreti di nazioni intere c’avete mai pensato?

Pur essendo la professatrice di alti valori morali quali la compassione, l’eucarestia e la fratellanza è tra gli istituti più ricchi(e più criminali) al mondo, potrebbe eliminare la povertà sul nostro pianeta utilizzando le sue immense ricchezze. Perchè non lo fa?…..ve lo siete mai chiesti?…e mentre ve lo chiedete i cardinali e gli alti prelati vivono in 700mq e hanno macchine di lusso.

Nel mondo Islamico invece, dove la religione si confonde con la giustizia, concetti religiosi molto discriminanti e pericolosi diventano legge e prevedono atroci pene. L’esempio classico è la lapidazione o decapitazione della donna per adulterio che in diversi paesi medio-orientali viene praticata ancora regolarmente.

Nell’Islam la discriminazione tra uomini e donne è massima, disumana, le donne sono addirittura costrette a mostrarsi in pubblico coperte con il burka che è una prigione a cui sono state abituate e di cui ora sono addirittura fiere, il lavaggio mentale a livello religioso è molto forte.

La religione pone sempre al centro l’adorazione e la venerazione di Dio, bisogna essere ossequiosi e in nome di Dio tutto è lecito, tutto è concesso, anche andare contro le leggi della natura, del buon senso e della logica. Quando i kamikaze si fanno esplodere nei bus pubblici c’è da inorridire, ma c’è anche da chiedersi se è logico e come sia possibile che la regione abbia tale controllo sulla vita di molte persone.

Gli scandali che hanno avvolto i tanti esponenti delle più grosse istituzioni religioni mondiali ne mostrano l’imbarazzante ipocrisia. Il Vaticano è ben noto e in questi ultimi mesi è ancor di più sotto il ciclone, ma chiese di tutto il mondo hanno avuto scandali a non finire, dalla pedofilia alla truffa e al riciclaggio. Gli Imam islamici sono spesso stati i mandanti di diversi attentati suicidi e hanno fomentato numerose rivolte e scontri civili.

Vi siete mai chiesti di che religione sareste se foste nati in paesi come Iran, Cina o India, non credo sareste cristiani. La religione dipende in gran parte dal luogo di nascita, i casi di conversione esistono ma percentualmente sono irrilevanti nella massa.

Vi è una netta differenza tra religione e spiritualità a mio modo di vedere, la religione è “essere”, la spiritualità è “diventare”, la religione ti rende schiavo di dogmi, riti e sacrifici, la spiritualità libero di esprimere tutto te stesso.

La religione “serve” spesso ai più bisognosi per credere ancora nella vita, e ai più anziani per credere in una vita dopo la morte, la spiritualità serve a tutti sempre.

La Religione, così come la moneta, è un costrutto umano volto al controllo diretto ed indiretto del popolo, uno strumento manipolatorio del potere. Le istituzione religiose hanno lo stesso peso sulla gente dei governi nazionali, in molti casi anche ben di più, agiscono sulla fede, sulla parte più intima di una persona. Allo Stato si pagano le tasse, alla Chiesa si fanno le offerte…..ma anche Dio ha bisogno di soldi?

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *